Payoff di provincia

Ci sono copywriter che scalpitano per gli spot, chi si sente le dita prudere per l’accoppiata headline+bodycopy, chi smania per il naming e chi, come la sottoscritta, adora i payoff: quelle frasette lapidarie che condensano la ragion d’essere di un’azienda, un ente, un cliente insomma. Solo pochi giorni fa, con colpevole ritardo, ho scoperto quello nuovo (il primo, in effetti: ché prima non si usava mica, coniare payoff per le amministrazioni comunali!) della città di Montesilvano.

Trattasi della cugina cementizia e micropolverosa di Pescara (la quale non è che stia messa poi tanto meglio), resecata dalla Nazionale Adriatica, abitualmente stuprata da TIR e autoarticolati, soffocata nella sua parte rivierasca da palme californiane e palazzine bavaresi. Monumenti significativi: gli immancabili Grandi Alberghi, il divertimentificio Porto Allegro-Warner Village, il night club Tortuga et altre svariate discoteche scambistiche. Davvero suggestiva. Davvero bella. Davvero squallida. Però, è davvero una città! Almeno, è questo ciò che pensa chi ha coniato il payoff Città Davvero. Non sono ancora riuscita a scoprire l’autore/autrice: l’agenzia che ha fatto anche il sito? A trovarla! Lo stesso sindaco o qualche suo portaborse? Mistero! In bilico tra orgoglio e inferiorità, il payoff acquisisce sfumature tragicomiche se solo la si dota di punto interrogativo, o la si pronuncia in dialetto (per i non abruzzesi: Città Addavère), o se, in un accesso cazzeggiante, si uniscono interrogativo e dialetto.
Eeeeh, si fa presto a parlare e criticare, direte: vediamo un po’ che sai fare/hai fatto tu!
Giusto, giusto. Eccovi di seguito alcuni dei miei (provinciali e non), alcuni sopravvissuti negli anni, altri (im)pietosamente rimossi:
AirItalica: Siete in buone ali
Humangest: Selezioniamo Soluzioni
FAS Trasporti: Soluzioni in movimento
INAIL: In ogni caso
INPDAP: Quel che è Stato, è cambiato
Centri per l’Impiego della Provincia di Parma: Ci occupiamo della tua occupazione
Telecentri Provincia di Terni: Collegati allo sviluppo
Enoteca Regionale d’Abruzzo: Let’s Wine!
Corpo Forestale dello Stato: Forze della Natura
Pail: Il punto fermo della qualità
Mare del Lazio: Vivilo oggi, rivivi un mito.
Mi fermo qua, prima di prosciugare del tutto la mia quota giornaliera di outing, amarcord e scherzi: sarà pure il primo aprile, ma questi payoff sono stati approvati, pagati, usati davvero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: